ITA

Biblioteca dell'Osservatorio Astronomico di Palermo

La biblioteca dell'Osservatorio Astronomico di Palermo trae la sua origine dal lascito testamentario della biblioteca personale di Giuseppe Piazzi, direttore dell'Osservatorio dalla sua fondazione (1790) al 1826, anno della sua morte. Prima del 1822 infatti non erano previsti fondi ad hoc per l'acquisto di libri per l'Osservatorio.
Il nucleo originale, composto da oltre 650 volumi di argomento scientifico, in prevalenza Astronomia, Fisica e Matematica, nel corso degli oltre 200 anni di vita della Specola si è enormemente arricchito, grazie anche allo scambio delle serie di pubblicazioni, intercorso in modo particolare alla fine dello scorso secolo, tra gli Osservatori di tutto il mondo.
La biblioteca possiede una sezione antica, che comprende 1650 volumi, ed una moderna (post 1830) di 7000 volumi. I periodici, rappresentati da oltre 1100 testate, occupano circa i 2/3 dello spazio fisico a disposizione.
Oltre che le scienze fisiche ed astronomiche, sono ben rappresentate le Scienze naturali, la Geografia, la Medicina, la Chimica. Non mancano tuttavia opere di altri argomenti (Filosofia, Storia, Letteratura) che rispecchiano le preferenze dei singoli direttori.

Ultimi inserimenti