INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica | National Institute For Astrophysics

Polvere di stelle
il portale culturale dell'INAF

Emanuele Fergola

 
 
DATI BIOGRAFICI
INTESTAZIONE
NomeFergola, Emanuele Giuseppe Gabriele Gennaro
Estremi cronologiciNapoli, 20 ottobre 1830 - Napoli, 5 aprile 1915
 
ATTIVITA' E BIOGRAFIA
NOTIZIE BIOGRAFICHEEmanuele Fergola nasce in una famiglia napoletana con un'importante tradizione culturale e artistica. Nicola, cugino del nonno, fu il fondatore della scuola geometrica napoletana; suo zio Francesco il più importante degli ingegneri geografi dell'Ufficio Topografico diretto da Rizzi Zannoni, l'autore della prima misura matematica dell'Italia meridionale; e Salvatore, pittore ufficiale della Corte di Francesco I di Borbone, esponente del vedutismo nello stile di Jakob Philipp Hackert. Suo padre Gennaro frequentò l'Accademia della Nunziatella dando al figlio un'educazione rigorosa senza trasmettergli, però, la passione per le armi e le virtù militari. Le sue passioni furono la matematica e l'astronomia. Debbo dire di aver cominciato ad imparare qualche cosa solamente quando conobbi Nicola Trudi ricevendone ... lezioni di Geometria analitica ad Algebra,... e poche lezioni di Calcolo. Nel 1855 fu docente al Collegio militare della Nunziatella; nel 1860 insegnò all'Università di Napoli Introduzione al calcolo; nel 1863 divenne professore ordinario di Analisi superiore ed astronomo assistente all'Osservatorio. L'anno successivo fu nominato astronomo in seconda e svolse le funzioni di direttore sostituendo Annibale de Gasparis, nominato Senatore del Regno. Con il ritiro a vita privata di De Gasparis, nel 1889, divenne direttore della Specola e docente di Astronomia presso l'Università. Egli era un insegnante efficacissimo per la chiarezza e gli studenti volenterosi seguivano anche per diversi anni i diversi corsi...
La sua attività scientifica risale al 1850, con lavori nel campo della matematica pura, mentre le prime pubblicazioni astronomiche risalgono al 1864 e riguardarono la determinazione degli elementi orbitali di alcuni pianetini e comete. Nel 1869 con padre Angelo Secchi misurò la differenza di longitudine tra Napoli e Roma, utilizzando - primo in Italia - il telegrafo per trasmettere i dati.
Ad una riunione della Associazione Geodetica Internazionale (AGI) dell'ottobre 1883, propose l'organizzazione di un lavoro internazionale continuo, basato su un programma sistematico di osservazioni da eseguirsi in diversi luoghi scelti convenientemente, con lo scopo di misurare gli spostamenti del Polo per mezzo di osservazioni di latitudine eseguite da Stazioni situate sullo stesso parallelo. Dieci anni dopo avviò un programma di osservazioni simultanee con l'osservatorio del Columbia College di New York con due telescopi zenitali identici costruiti da Wanshaff. Il ciclo di osservazioni portò alla determinazione di un nuovo valore della costante di aberrazione e ad una migliore determinazione della latitudine di Capodimonte.
Fu socio di molti istituti ed accademie europee e nel 1905 fu nominato Senatore del Regno. Nel 1909 si ritirò a vita privata lasciando il ricordo di un uomo egregio che ha onorato la scienza ed il suo paese.
ONORIFICENZE
DenominazioneCavaliere
LuogoRoma
Ente/Istituto promotoreOrdine dei santi Maurizio e Lazzaro
DenominazioneUfficiale
LuogoRoma
Data14 gennaio 1892
Ente/Istituto promotoreordine dei santi Maurizio e Lazzaro
DenominazioneCommendatore
LuogoRoma
Data20 giugno 1895
Ente/Istituto promotoreOrdine dei santi Maurizio e Lazzaro
DenominazioneGrande ufficiale
LuogoRoma
Data4 giugno 1908
Ente/Istituto promotoreOrdine dei santi Maurizio e Lazzaro
DenominazioneGrande Ufficiale
LuogoRoma
Ente/Istituto promotoreOrdine della Corona d'Italia
DenominazioneSocio nazionale
LuogoRoma
Data6 gennaio 1884
Ente/Istituto promotoreAccademia Nazionale dei Lincei
DenominazioneSocio corrispondente
LuogoNapoli
Data3 marzo 1853
Ente/Istituto promotoreReale Istituto d'Incoraggiamento
DenominazioneSocio residente
LuogoNapoli
Data27 settembre 1863
Ente/Istituto promotoreAccademia Pontaniana
DenominazioneSocio corrispondente
LuogoTorino
Data19 dicembre 1880
Ente/Istituto promotoreAccademia delle Scienze. Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
DenominazioneSocio nazionale residente
LuogoTorino
Data12 gennaio 1896
Ente/Istituto promotoreAccademia delle Scienze. Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali
 
FONTI E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
ALTRA DOCUMENTAZIONE MULTIMEDIALE
LinkBibliografia dell'astronomo in ADS
LinkBibliografia dell'astronomo nel catalogo INAF
LinkBibliografia dell'astronomo in AstrOACat
 
COMPILAZIONE
Autore della schedaMauro Gargano
 
tipo di schedaAST