Sfera armillare

 
ID SCHEDA2
 
tipo di scheda
tipo di schedaPST
 
 
OGGETTO
definizione
tipologiaarmillare
denominazioneSfera armillare
 
QUANTITÀ
numero1
 
DEFINIZIONE IN ALTRA LINGUA
definizioneArmillary Sphere
 
CRONOLOGIA
Datazione1807 ca. - 1817 ca.
 
CATEGORIA
categoria principale
Parole chiaveSfera armillare
 
LOCALIZZAZIONE
istituzioneOsservatorio Astronomico di Padova
denominazione raccolta
 
LUOGO DI PROVENIENZA/ESECUZIONE
tipo di localizzazioneluogo di esecuzione/ fabbricazione
statoItalia
cittàMilano
tipologiaDitta
denominazione"Ferd. Artaria"
tipo di localizzazioneluogo di provenienza
statoItalia
cittàPadova
denominazioneCollezione strumenti del soppresso Liceo di S. Giustina
 
 
AUTORE
nome scelto
ruolocostruttore
 
DATI TECNICI
materia e tecnicaLegno
materia e tecnicaCarta
unità di misuracm
altezza45
larghezza28
diametro28
 
 
DATI ANALITICI
descrizione oggettoSfera armillare eliocentrica.
descrizione soggettoIl globo dorato al centro, del diametro di 3,5 cm, rappresenta il Sole. La sfera è composta da sei cerchi di legno rivestiti di carta, mobili attorno all’asse centrale verticale, che rappresentano le distanze dal Sole dei pianeti Mercurio (5 cm), Venere (7 cm), Terra (12,5 cm), Marte (18,5 cm), Giove (20 cm) e Saturno(22,5 cm); per ognuno di essi sul cerchio corrispondente è segnata la distanza dal Sole (in semi diametri terrestri), l’inclinazione dell’orbita sul piano dell’eclittica e il tempo di rivoluzione. Il cerchio terreste è dotato anche di un supporto mobile che sorreggeva la Luna, ora perduta. La sfera armillare è dotata inoltre dei cerchi fissi, del diametro di 28 cm, che rappresentano il Coluro dei Solstizi e il Coluro degli Equinozi, oltre che del circolo dell’eclittica sul quale è fissata la fascia zodiacale.
funzioneLa sfera era utilizzata a fini didattici.
Sul retro del cerchi del Coluro degli Equinozi sono riportate le ultime scoperte dell’epoca, riguardanti il Sistema Solare: Urano (31 Marzo 1781), Cerere (1 Gennaio 1801), Pallade (28 Marzo 1802), Vesta (29 Marzo 1807), Giunone (1 settembre 1804).
 
ISCRIZIONI
trascrizioneSul retro del coluro degli equinozi: "In Milano presso Ferd. Artaria, dicontro al Regio Teatro alla Scala"
 
 
STATO DI CONSERVAZIONE
indicazioni specificheLa carta è ingiallita ed alcuni cerchi sono deformati; manca la sfera rappresentante la Luna.
 
 
ACQUISIZIONE
tipo acquisizioneDonazione
nomeMagnifico Rettore Università
data acquisizione1806 [post]
 
MUTAMENTI DI TITOLARITÀ / POSSESSO / DETENZIONE
data evento1972
noteDeposito temporaneo presso l'Istituto e Museo della Scienza di Firenze
 
ANNOTAZIONI STORICHE
osservazioniLa sfera armillare faceva parte degli strumenti giunti alla Specola dopo la soppressione del Liceo di S. Giustina, agli inizi dell’800.
Nel 1972 essa fu concessa in deposito temporaneo all’Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze. Con l’istituzione della Sezione Museale dell’Osservatorio, nel 1996, di tale strumento venne formalmente richiesta la restituzione ed essa tornò a Padova il 13 luglio del 1999.
 
COMPILAZIONE
Autore della schedaZanini, Valeria