Barometro a mercurio di Casella

 
ID SCHEDA363
 
 
OGGETTO
definizione
tipologiaBarometro
denominazioneBarometro a mercurio di Casella
 
DEFINIZIONE IN ALTRA LINGUA
definizioneBarometer
tipologiaBarometer
 
CRONOLOGIA
Datazionexix sec.
 
CATEGORIA
categoria principale
altra categoriaAstronomia
 
LOCALIZZAZIONE
istituzioneOsservatorio Astronomico di Capodimonte
denominazione raccolta
 
LUOGO DI PROVENIENZA/ESECUZIONE
tipo di localizzazioneluogo di esecuzione/ fabbricazione
statoGran Bretagna
cittàLondra
 
 
AUTORE
nome scelto
ruoloCostruttore
 
DATI TECNICI
materia e tecnicaottone, vetro, mogano di Cuba, mercurio
unità di misuracm
altezza94
larghezza4.5
lunghezza4.5
 
 
DATI ANALITICI
descrizione oggettoBarometro a mercurio di tipo Fortin con pozzetto di diametro di 4.5 cm e tubo di diametro di 1 cm.
E' fissato ad una tavoletta, 12x108.5 cm, di legno mogano.
Ha una doppia scala di misura 26-32.5 e 67-82 con un nonio regolato da una vite micrometrica. Completano la struttura due piastrine a specchio, una struttura a snodo in ottone per una lente d'ingrandimento e un termometro a mercurio, con doppia scala Cente e Fahrt, applicato alla base della canna in ottone del barometro.
funzionePer misurare la pressione atmosferica.
modalità d'usoIl barometro a mercurio di tipo Fortin misura la pressione atmosferica valutando il dislivello tra la superficie libera del mercurio all'interno della canna barometrica e la superficie libera del mercurio nella vaschetta.
La vaschetta del barometro è un cilindro di vetro il cui fondo, formato da un sacchetto di pelle di camoscio, può essere sollevato o abbassato mediante una vite girevole posta nella parte inferiore della struttura in ottone che contiene il sacco di pelle. Superiormente vi è un'apertura centrale attraverso cui passa la canna barometrica.
Per tarare lo strumento occorre agire sulla vite sino a che il livello del mercurio all'interno della tazza coincida con l'estremità di una punta in avorio fissata al coperchio superiore della cilindro in vetro.
La canna barometrica è protetta da un tubo in ottone alla cui estremità superiore monta una scala graduata e un un nonio azionato da un manopola esterna per misurare con precisione millimetrica l'altezza della colonna di mercurio.
 
ISCRIZIONI
trascrizioneL. Casella maker to the Admiralty ; N°2587
 
 
ACQUISIZIONE
tipo acquisizioneacquisto
data acquisizionexix sec.
 
ANNOTAZIONI STORICHE
osservazioniAlloggiato prima nel Gabinetto meteorologico della R. Specola e poi nell'Osservatorio meteorologico, fatto costruire nel 1877 nella zona nord di Villa della Riccia, era usato come strumento campione per il barografo aneroide di Hipp.
 
 
BIBLIOGRAFIA
citazioneBrioschi, F., Avvertimenti alle osservazioni meteoriche, in: Osservazioni Meteorologiche 1876-1880, p.3
citazioneCasella, Louis, List, with notes, of standard meteorological and other instruments for observatories, travellers and explorers and the army and navy, London, Brettell, [1862]
citazioneCanino, V., Il clima di Napoli (da osservazioni meteorologiche fatte nel R. Osservatorio astronomico di Capodimonte), estratto da Annali dell'Ufficio Centrale di Meteorologia e Geodinamica, 1887, vol. IX, pp.1-36
citazioneLa Collina di Urania, a cura di M. Rigutti, Napoli, Elio de Rosa Editore, 1992, n. 85
citazioneDe gasparis, Annibale, Sulle osservazioni barografiche e termografiche fatte nella R. Specola di Napoli dall'astronomo Faustino Brioschi, in: Rendiconto della R. Accademia delle scienze fisice e matematiche, f. 4, 1870
citazionede Gasparis, A., Sullo stato del R. Osservatorio di Capodimonte e sui lavori in esso eseguiti dal 1819 al 1883, Napoli, Tipografia dell'Accademia Reale delle Scienze, 1884, p.11
 
COMPILAZIONE
Autore della schedaMauro Gargano