Cannocchiale di Fraunhofer

 
ID SCHEDA8237
 
tipo di scheda
tipo di schedaPST
 
RELAZIONI
RELAZIONI DIRETTE
tipo schedaAST
codice bene2425
tipo schedaAST
codice bene1346
tipo schedaPST
codice bene16173
 
 
OGGETTO
definizioneTelescopio
tipologiaRifrattore
parti e/o accessoricon cercatore
denominazioneCannocchiale di Fraunhofer
 
DEFINIZIONE IN ALTRA LINGUA
definizioneRefracting telescope
 
CRONOLOGIA
Datazione1820
 
CATEGORIA
categoria principaleAstronomia
 
LOCALIZZAZIONE
istituzioneOsservatorio Astrofisico di Torino
denominazione raccoltaCollezione museale dell'Osservatorio astrofisico di Torino
 
LUOGO DI PROVENIENZA/ESECUZIONE
statoGermania
cittàMonaco
tipologiaDitta
denominazioneUtzschneider und Fraunhofer
 
 
AUTORE
nome sceltoUtzschneider, Joseph von
forma per la visualizzazioneJoseph von Utzschneider
ruolocostruttore
nome sceltoFraunhofer, Joseph von
forma per la visualizzazioneJoseph von Fraunhofer
ruolocostruttore
 
DATI TECNICI
materia e tecnicaottone - vetro
specificheObiettivo telescopio: diametro 78 mm; focale 1200mm
unità di misuramm
specificheCercatore: obiettivo 25 mm; 380 mm focale.
 
 
DATI ANALITICI
descrizione oggetto

Si tratta di un telescopio completamene in ottone con montatura altazimutale di modesta altezza, che richiede un supporto ausiliario per poter essere usato convenientemente. L’obiettivo ha un diametro di 78 mm e una distanza focale di 1200 mm. Inoltre è presente un cercatore con obiettivo di 25 mm di diametro e 380 mm di distanza focale.


funzione

Tale strumento veniva usato per osservazioni di vari fenomeni celesti, come eclissi di Luna e di Sole, per determinarne i tempi dei contatti, di occultazioni, di pianeti ed altre osservazioni occasionali.


 
ISCRIZIONI
posizionesulla piastra di chiusura del tubo prima del canotto della messa a fuoco
trascrizione

Utzschneider und Fraunhofer


 
 
ACQUISIZIONE
tipo acquisizioneAcquisto
nomeGiovanni Plana
data acquisizione1820 ca.
 
ANNOTAZIONI STORICHE
osservazioni

Il telescopio rifrattore venne acquistato nel 1820 circa dalla ditta tedesca “Utzschneider und Fraunhofer” . Questo telescopio venne menzionato più volte negli scritti dei direttori Plana e Boccardi per descrivere le osservazioni di vari fenomeni celesti, come eclissi di Luna e di Sole, per determinarne i tempi dei contatti, di occultazioni, di pianeti ed altre osservazioni occasionali. Era di solito utilizzato da un giovane aiuto astronomo od anche, in qualche circostanza, da un collaboratore esterno non dipendente dell’Osservatorio, avendo, come regola, il Direttore a disposizione uno strumento maggiore.


 
COMPILAZIONE
Autore della schedaFederico Di Giacomo