Napoli

 
CODICI
ID Scheda433
Tipo di scheda
Tipo di schedaOA
 
OGGETTO
Definizione
DenominazioneNapoli
 
Datazione1704 ca.
 
 
AUTORE
Nome scelto
Nome scelto
 
DATI TECNICI
Materia e tecnicaCarta, legno e vetro
Unità di misuramm
Altezza660
Larghezza1245
 
 
DATI ANALITICI
DescrizioneTavola incisa all'acquaforte su due lastre di rame di grande dimensione con coloratura coeva ad acquerello.
Pianta e alzato della città di Napoli così come si presentava nel XVII sec.
La carta fu stampata per la prima volta da Blaeu nel 1663 nel secondo volume dell'atlante "Theatrum Civitatum et Admirandorum Italiae", il "Partis primæ sectio secunda, quæ Regnorum Neapolis et Siciliæ civitates necnon adirando exhibet".
I rami furono incisi da Bastiaen Stopendaal (1636–1707) riprendendo e riducendo la grande tavola della città di Napoli realizzata da Alessandro Baratta (1583-post1630) nel 1628.
Nel 1672 un incendio distrusse buona parte del laboratorio di Blaeu e del materiale preparatorio. Nel 1704 Pierre Mortier ripubblicò le tavole di Blaeu nell'opera in quattro volumi "Nouveau Theatre de l'Italie", eliminando dai rami il nome di Stopendaal "Bastiaen Stopendaal fecit aqua forti" e aggiungendo il suo oltre ad una lista di 29 luoghi notevoli della città.
La tavola è inserita in una cornice di legno con passe-partout e vetro.
 
ISCRIZIONI
TrascrizioneAmsterdam par Pierre Mortier. Avec privil.
 
STEMMI, EMBLEMI, MARCHI
OsservazioniLa carta topografica proviene dalle collezione della storica casa antiquaria napoletana Uberto Bowinkel.
 
LOCALIZZAZIONE
IstituzioneOsservatorio Astronomico di Capodimonte
Raccolta
 
LUOGO DI PROVENIENZA/ESECUZIONE
Tipo di localizzazioneesecuzione
StatoOlanda
 
COMPILAZIONE
Autore della schedaMauro Gargano