Lo spazio nel tempo

Le mappe celesti dalla carta al bit

Lo Spazio nel Tempo: le mappe celesti dalla carta la bit

Spazio Galilei, Città della Scienza di Napoli

23 novembre 2021 - giugno 2022

 

"Lo Spazio nel Tempo: le mappe celesti dalla carta al bit" è questo il titolo della mostra curata da INAF e inaugurata il 23 novembre scorso all’interno della 35esima edizione di Futuro Remoto, il festival della scienza di Napoli. Il percorso espositivo ripercorre l’evoluzione del concetto di mappa celeste e di cartografia planetaria accompagnando il visitatore fino agli spettacolari risultati raggiunti oggi dalle più recenti missioni spaziali come Exomars e Gaia.
Sin dalla notte dei tempi, infatti, l’uomo ha raggruppato le stelle visibili in costellazioni disegnando nel cielo le gesta di eroi e miti peculiari per le diverse culture. Quando poi Galilei rivolse il suo cannocchiale al cielo, divenne chiaro a tutti che gli astri erano molto più numerosi e complessi di quanto ci si potesse mai aspettare; e così nuovi nomi e nuove mappature divennero necessarie e urgenti. Dal Seicento fino agli inizi del Novecento, grazie all'introduzione del telescopio e di strumenti sempre più moderni, moltissimi scienziati dedicarono la propria vita a delineare mappe e atlanti celesti e a caratterizzare la superficie della Luna e di Marte realizzando cartografie planetarie. Ma non solo, anche la Galassia stessa fu oggetto di studi e speculazioni. In particolare, verso la fine del Settecento, Frederick William Herschel segnò l’avvio della mappatura galattica.
I visitatori sono guidati in tre stanze successive, una dedicata alla Luna, una a Marte e una alla Galassia, ognuna della quali evidenzia lo straordinario viaggio dell’umanità, dagli albori dell’astronomia sino alle sfide della scienza contemporanea e del prossimo futuro, alla ricerca di una fedele rappresentazione del cielo, evidenziando come questi studi non sono un’impresa scientifica esaurita nel passato, ma segnano anche la ricerca contemporanea e quella del prossimo futuro. Inoltre, il percorso è arricchito da video, fruibili anche con cardboard e dispositivi virtuali, installazioni di realtà aumentata, accessibili direttamente dai propri cellulari, e da alcuni momenti laboratoriali.

Il percorso espositivo sarà visitabile in presenza fino a giugno 2022 presso lo spazio Galilei di Città della Scienza, oppure è possibile esplorarne una versione online collegandosi al sito della mostra.

https://www.youtube.com/watch?v=Xe8v0_wm9xA
Biblioteche
Spazio Galileo, Città della Scienza di Napoli
23 novembre 2021 - giugno 2022