Massimo Cimino

DataNicastro, 6 agosto 1908 - Roma, 21 agosto 1991
Nome completoCimino, Massimo
Laureato in Matematica all'Università di Roma nel 1933 e l'anno successivo vince il premio della Fondazione Corsi e divenne assistente volontario presso l'Osservatorio di Roma al Campidoglio; nel 1938 vinse il concorso per assistente alla cattedra di Astronomia. Nel 1943 divenne aiuto astronomo all'Osservatorio di Monte Mario.
Nel biennio 1949-1950 si recò negli Stati Uniti a perfezionarsi lavorando presso gli osservatori di Monte Wilson e Monte Palomar.
Nel 1954 vinse la cattedra di Astronomia dell'Università di Cagliari e tra il 1956 e il 1958 diresse l'Osservatorio di Capodimonte. Per il suo sostegno alla fondazione della Stazione Solare Svedese a Capri fu insignito dal re Gustavo VI di Svezia dell'ordine della Stella Polare.
Ritornato a Roma fu direttore dell'Osservatorio di Monte Mario e dell'annesso Museo Copernicano.
Insegnò Meccanica Celeste e si prodigò a riorganizzare l'attività scientifica dell'Osservatorio, promuovendo, inoltre, la costruzione dei telescopi di Campo Imperatore e dell'Osservatorio di Monteporzio.
Fu collocato a riposo nel 1978.
Persone correlate
Dettagli
Attività
Osservatorio Astronomico di Roma, 1934 - ?, Assistente Volontario
Università di Roma La Sapienza, 1938 - ?, Assistente alla cattedra di Astronomia
Istituto nazionale di Alta Matematica, 1939 - 31 marzo 1943, Discepolo Ricercatore
Osservatorio Astronomico di Roma, 1941 - 31 marzo 1943, Assistente incaricato
Osservatorio Astronomico di Roma, 1 aprile 1943 - 30 giugno 1956, Aiuto astronomo
Observatories of Mount Wilson and Palomar, [settembre] 1949 - [marzo] 1950, Borsa di studio
Università di Cagliari, 1954 - [30 ottobre] 1956, Professore di Astronomia
Osservatorio Astronomico di Capodimonte, 1 luglio 1956 - ottobre 1957, Direttore
Università di Napoli Federico II, 1 novembre 1956 - novembre 1957, Professore di Astronomia
Osservatorio Astronomico di Roma, novembre 1957 - 1978, Direttore
Università di Roma La Sapienza, novembre 1957 - 1978, Professore di Astronomia
Onorificenze
Società Astronomica Italiana, 1948?, Socio
Accademia Nazionale dei Lincei, 5 ottobre 1959, Socio Corrispondente
Autore schedaMauro Gargano