Silva Giovanni

 
GERARCHIA
ID SCHEDA17220
 
DESCRIZIONE
LivelloSerie
Titolo proprioSilva Giovanni
ConsistenzaBuste nn. 1-10
 
ISTITUZIONE ARCHIVISTICA
Codice istituzioneOAPD
DenominazioneOsservatorio Astronomico di Padova
Datazione01/01/1898 - 31/12/1963
 
CONTENUTO
DescrizioneGiovanni Silva nacque a Legnago il 26 marzo 1882. Compiuti in questa cittadina prima, e a Verona poi, gli studi secondari, si laureò con lode in Matematica a Padova nel 1904. Subito dopo si iscrisse per la laurea in Fisica, ma abbandonò l'anno successivo per dirigere la Stazione astronomica di Carloforte. Qui lavorò con Luigi Volta dal 1905 al 1908. Alla fine del 1908 passò a Padova quale assistente presso il Gabinetto di Geodesia, alle dipendenze di Antonio Maria Antoniazzi prima e di Emanuele Soler poi. Contemporaneamente prese a lavorare presso l'Osservatorio astronomico, dove, dalla fine del 1911, passò assistente sotto la direzione di Giuseppe Lorenzoni e, dal 1913, di Antoniazzi, conseguendo nel 1915 la nomina ad Astronomo aggiunto. Nel 1922 coprì la cattedra di Geodesia a Torino e ricoprì anche l'incarico della direzione dell'Osservatorio astronomico fino al 1925. Dal 1926 al 1952 coprì ininterrottamente la cattedra di Astronomia a Padova, tenendo contemporaneamente la direzione dell'Oseervatorio astronomico di Padova. Dal 1937 assunse anche, per incarico, l'insegnamento di Geodesia e la direzione del relativo Istituto, lasciati dal Soler, e dal 1942, anche la direzione del nuovo Osservatorio astrofisico dell'Università di Padova, in Asiago. Nel 1952 venne collocato fuori ruolo per raggiunti limiti di età. Morì a Padova il 20 ottobre 1957.
La produzione scientifica di Giovanni Silva è costituita da oltre 110 pubblicazioni, di cui la parte preminente riguarda i campi dell'astronomia geodetica, della gravimetria, della meccanica celeste.
L'opera di suo maggior merito rimane l'erezione dell'Osservatorio astrofisico universitario di Asiago, inaugurato nel 1942,. Egli ne fu l'ideatore e il realizzatore, superando difficoltà di ogni genere, rese più acute dallo scoppio della 2^ guerra mondiale.

Il fondo, parzialmente ordinato, raccoglie le carte personali dell'astronomo, gli appunti delle lezioni impartite negli anni di docenza e vari studi e pubblicazioni, completati da calcoli e osservazioni. Per uno studio completo si devono consultare anche i documenti del fondo Osservatorio Astronomico di Padova.
 
 
UBICAZIONE FISICA
Stato conservazionebuono
 
NOTE
Note generaliQuesta sezione d'Archivio è in fase di riordino e al momento non è consultabile
Osservazioni- L. Pigatto, «La Specola di Padova. Da torre medievale a Museo», Padova, 2007
- «Professori di materie scientifiche all'Università di Padova nell'Ottocento» a cura di S. Casellato e L. Pigatto, Trieste 1996
- http://www.astropa.unipa.it/biblioteca/Astronomi/frameset.html.