Micrometro a larghe lamine

 
ID SCHEDA146
 
tipo di scheda
tipo di schedaPST
 
RELAZIONI
RELAZIONI DIRETTE
tipo schedaPST
codice bene28
 
 
OGGETTO
definizioneMicrometro
tipologiaa larghe lamine
parti e/o accessoriin scatola di legno
denominazioneMicrometro a larghe lamine
 
QUANTITÀ
numero1
 
DEFINIZIONE IN ALTRA LINGUA
definizioneMicrometer
tipologiawith wide edges
 
CRONOLOGIA
Datazione1852 ca. - 1880 ca.
 
CATEGORIA
categoria principaleAstronomia
Parole chiavemicrometro
 
LOCALIZZAZIONE
istituzioneOsservatorio Astronomico di Padova
denominazione raccoltaMuseo 'La Specola'
 
LUOGO DI PROVENIENZA/ESECUZIONE
tipo di localizzazioneluogo di esecuzione/ fabbricazione
statoAustria
cittàVienna
tipologiaOfficine
denominazioneIstituto Politecnico di Vienna
 
 
AUTORE
nome sceltoStarke, Christoph
forma per la visualizzazioneChristoph Starke
ruolocostruttore
nome sceltoCavignato, Giuseppe
forma per la visualizzazioneGiuseppe Cavignato
ruolomodifiche
 
DATI TECNICI
materia e tecnicaottone - acciaio - packfong
unità di misuracm
altezza16
larghezza7
lunghezza4,5
specifichestrumento
unità di misuracm
altezza20
larghezza10,8
lunghezza10,8
specifichescatola
 
 
DATI ANALITICI
descrizione oggettoMicrometro a larghe lamine
funzioneOsservazioni planetarie per la determinazione per determinarne le dimensioni
 
ISCRIZIONI
posizioneAll’interno del coperchio in una etichetta di carta incollata
trascrizione“Micrometro a larghe/ lamine e quattro oculari”
posizioneAll’esterno
trascrizione“Micrometro a lamine/ larghe e quattro suoi oculari/ Anello [...] al Dembowski/ 1880”
 
 
STATO DI CONSERVAZIONE
indicazioni specificheè la modifica del precedente micrometro filare, che era di corredo all'equatoriale di Starke: i fili sono stati sostituiti con lamine in packfong.<br>Mancano i quattro oculari di cui era corredato.
 
 
ACQUISIZIONE
tipo acquisizioneAcquisto
nomeSantini Giovanni
data acquisizione1858
 
ANNOTAZIONI STORICHE
osservazioniIl micrometro a larghe lamine venne realizzato a corredo dell’dell’equatoriale di Starke da Christoph Starke presso l’Istituto politecnico di Vienna. Successivamente venne modificato da Giuseppe Cavignato allo scopo di poter utilizzare al massimo le prestazioni del cannocchiale del Dembowski nelle osservazioni dei pianeti e altri piccoli oggetti.
 
 
FONTI E DOCUMENTI
denominazioneAtti e dati relativi a strumenti: "Equatoriale Dembowski"
nome archivioArchivio Storico dell'Osservatorio Astronomico di Padova
posizioneOAPD, A.A. atti relativi a strumenti, b. XV, f. 6
 
BIBLIOGRAFIA
citazioneA. Betti, Osservazioni astronomiche fatte all'osservatorio di Padova coll'equatoriale Dembowski, in Atti del R. I. Veneto di S. L., Serie VI Tomo 2 parte I, p. 838
citazioneA. Abetti, Osservazione di pianeti in opposizione, in Astronomische Nachrichten, n. 2417, vol 101, p. 257
 
COMPILAZIONE
Autore della schedaZanini, Valeria