Giovanni Boccardi

DataCastelmauro, 20 Giugno 1859 - Savona, 21 Ottobre 1936
Nome completoBoccardi, Giovanni
Studiò Matematica a Napoli; nel 1884 fu ordinato sacerdote nella Congregazione dei Missionari di S. Vincenzo de’ Paoli, ed insegnò Matematica nei collegi di Salonicco e Smirne. Nel 1892, rientrato in patria, continuò dapprima la sua attività di insegnante, e nel 1896 iniziò ad occuparsi di Astronomia presso l’Osservatorio del Collegio Romano e la Specola Vaticana. Fra il 1889 e il 1900 fu all’Osservatorio di Collurania e poi a Parigi e Berlino, ove seguì corsi di perfezionamento in Astronomia. La sua carriera accademica iniziò all’Osservatorio di Catania nel 1900, e qui si trattenne sino al 1903, quando fu nominato Professore di Astronomia all’Università di Torino, con l’incarico della direzione dell’Osservatorio, incarico che mantenne sino al suo collocamento a riposo nel 1923. Nel 1900 aveva ottenuto la libera docenza in Astronomia all’Università di Napoli.
Il suo principale successo fu l’avere ottenuto nel 1912 il trasferimento dell’Osservatorio di Torino dalla vecchia sede di Palazzo Madama alla nuova sede di Pino Torinese. Si occupò di Astronomia classica, calcoli di orbite, determinazioni e variazioni di latitudine, cataloghi di stelle. Notevoli furono la sua attività e il suo impegno per la divulgazione dell’Astronomia. fondò nel 1906 la prima Società Astronomica Italiana il cui organo, Rivista di Astronomia e Scienze Affini, conobbe un notevole seppure effimero (1907-1913) successo.
Fu membro della Pontificia Accademia dei Nuovi Lincei ed ottenne in Francia numerosi riconoscimenti accademici.
Persone correlate
Dettagli
Categoria
Astronomo
Attività
1903, Professore di Astronomia
Osservatorio di Torino, 1903 - 1923, Direttore
Bibliografia
Necrologio: L. Volta, Astronomische Nachrichten, 261, 1936
Necrologio: A. Fresa, Ciel et Terre<, lv,="" 1939="" (con="">
Necrologio: A. Fresa, Annali della Misione, XLIV, Appendice 1938 (con elenco pubbl.)
Notizia: Pubblicazioni del Prof. G. Boccardi a tutto il 1916, Torino, s.d.
Notizia: Ministero della Pubblica Istruzione, Osservatori astrofisici-astronomici e vulcanologici italiani, Roma, 1956
Notizia: Annuario della Specola Cidnea, 1966
Autore schedaDevid Mazzaferro, Donatella Randazzo